L’Aifi annuncia a breve L’ordine dei Fisioterapisti

A parlarne è Gianluca Rossi, presidente della Lombardia dell’AIFI (Associazione Italiana Fisioterapisti). Il quale ha annunciato grosse novità: “Pensiamo soprattutto ai cittadini che finalmente avranno la possibilità di identificarsi con un professionista che realmente è competente“. Ha esordito durante un congresso sulle professioni sanitarie organizzata a Milano.

Questo grazie anche alla legge entrata in vigore recentemente (3/2018) sul Riordino delle professioni sanitarie.  Il presidente ha inoltre aggiunto: “Aspettavamo da tempo di entrare a far parte di un albo e quindi di un Ordine. Il ruolo del legislatore è quello di innalzare il livello qualitativo delle competenze dando a tutti un ruolo istituzionale importante. A livello regionale vengono però formate figure che entrano in zone grigie della legislatura portando avanti quelle che dovrebbero essere le competenze e allora ti chiedi se il legislatore vuole pensare alla migliore cura per un paziente da parte di un professionista, oppure metterlo in difficoltà”.

Continua il suo intervento dicendo “Credo che il fisioterapista del futuro dovrà essere in grado di relazionarsi con i cittadini ma finalmente avrà un riscontro sociale e innalzare il livello qualitativo delle competenze“. Per raggiungere questo importante traguardo, occorrono secondo la normativa, almeno 50.000 fisioterapisti che aderiscano all’iniziativa, in modo da generare successivamente l’albo.

Il presidente Rossi conclude dicendo: “Bisogna avere 50 mila iscritti, ma il punto fondamentale è capire che cosa realmente siamo e dove vogliamo arrivare, noi come Associazione Italiana Fisioterapisti abbiamo già fatto quello che tra poco sarà compito delle Commissioni d’Albo, e a quel punto la politica non potrà essere sorda ma dovrà relazionarsi. Prima però dobbiamo imparare a ‘stare tra noi’”.

Si è dato quindi risalto all’importanza di valorizzare il concetto di unione di tutti i professionisti del settore, cercando di evitare qualsiasi tentativo di divisione.

Vi terremo informati su questo importantissimo tema.